Regioni d’Italia

Il Casale di Antonio Giglioli – Toscana – Italia

I vini prodotti

  • Trebbiano 2015 (100% Trebbiano toscano) Acciaio. Senza solfiti aggiunti.
  • Trebbiano 2018 (prodotto per SO2 e disponibile da aprile 2019) (100% Trebbiano toscano) Acciaio. Senza solfiti aggiunti.
  • Trebbiano 2017 (100% Trebbiano toscano) Acciaio. Senza solfiti aggiunti.
  • Spumante di Trebbiano 2016 (100% Trebbiano toscano). Acciaio.
  • Rosso Toscano 2016 (100% Sangiovese). Acciaio. Senza solfiti aggiunti.
  • Rosso Toscano 2014 (100% Sangiovese). Acciaio.
  • Chianti Riserva 2006 D.O.C.G. (Sangiovese, Canaiolo e Colorino). Botte grande.
  • Chianti 2011 D.O.C.G. (Sangiovese, Canaiolo e Colorino). Acciaio.

Masiero – Veneto – Italia

I vini prodotti

  • Lazaro 2017 (100% Garganega) Botte di frassino e marmo. Senza solfiti aggiunti.
  • Mazero 2015 (100% Chardonnay) Cemento. Senza solfiti aggiunti.
  • Moki 2017 (100% Pinot grigio) Cemento. Senza solfiti aggiunti.
  • Urban IGT Rosso Veneto 2016 (Merlot 70%, Cabernet Frank 30%). Cemento. Senza solfiti aggiunti.
  • Verdugo 2015 (100% Merlot). Botti di rovere. Senza solfiti aggiunti.
  • Ciano 2015 (100% Pinot nero). Botti di rovere. Senza solfiti aggiunti.

Colle Formica – Lazio – Italia

I vini prodotti

  • Formica Gialla 2018 (Trebbiano giallo, Malvasia) Vetroresina. Senza solfiti aggiunti.
  • Formica Pazza Gialla 2018 (100% Malvasia) Vetroresina. Senza solfiti aggiunti.
  • Formica Pazza Rosé 2018 (100% Sangiovese) Acciaio. Senza solfiti aggiunti.
  • Formica Rossa 2018 (100% Sangiovese) Acciaio. Senza solfiti aggiunti

Azienda agricola Matervi- Veneto – Italia

Il proprietario è Alberto Rigon, un appassionato di vini artigianali di qualità che ha deciso di credere nel proprio territorio creando Matervi, una giovane realtà situata nelle colline di Fara Vicentino ai piedi dell’Altopiano di Asiago nella provincia di Vicenza. Alberto gestisce tre ettari vitati dove coltiva principalmente uve di Vespaiola ed altri vitigni senza utilizzare pesticidi dove si andrebbe inevitabilmente ad arrecare danni alla pianta di vite e al suolo. In cantina non vengono utilizzati stabilizzanti o chiarificanti e la fermenta avviene spontaneamente grazie ai lieviti presenti naturalmente nelle uve. Con “vini underground” si fa riferimento alla produzione del vino nel rispetto del territorio e della figura del produttore, definito Artigiano a tutti gli effetti.

 

I vini prodotti

  • Vesplicito 2017 – Bianco (disponibile da aprile 2019) (Vespaiola 100%). Acciaio
  • Anonimo 2017 (disponibile da aprile 2019) (Groppella e Pinot Vanderville). Cemento
  • Tainot 2017 – Bianco (Tocai friulano, Pinot bianco, Pinot nero e Vespaiola). Acciaio

Azienda Agricola Tomassetti – Marche – Italia

Matteo e Andrea vengono da una famiglia di contadini e mezzadri che da sempre produce olio di oliva di eccellente qualità. È però nel 2015 che i due fratelli hanno acquisito quattro ettari di vecchie vigne biologiche da oltre trent’anni di Verdicchio, Trebbiano e Sangiovese dove nasce il loro vino. Le viti sono lavorate ora con nuovi sistemi di potatura, concimazione ed esclusivo utilizzo di lieviti indigeni con fermentazioni spontanee nel rispetto del territorio. Matteo è agronomo e si dedica alla vigna e ai lieviti, Andrea è laureato in economia e si occupa della parte commerciale, insieme hanno dato vita ad una piccola realtà proiettata al futuro. Il vino Tomassetti è un vino che racchiude in sé gli elementi dell’ambiente che lo genera e lo circonda, sempre nel rispetto di un’agricoltura naturale che riesca ad uscire dagli schemi della chimica come cura dei sintomi.

I vini prodotti

  • Mietitore – Marche Bianco IGT 2017 (disponibilità limitata) (Trebbiano 100%)
  • Cercanome – Marche Bianco IGT 2017 (Verdicchio 100%)
  • Balia – Marche Rosato IGT 2016 (Sangiovese 100%)
  • Renudo – Marche Sangiovese IGT 2016 (Sangiovese 100%)
  • Corno – Marche Rosso IGT 2015 (Montepulciano 70%, Sangiovese 30%)
  • Vino Rosso (Mg) (Sangiovese 40%, Cabernet Sauvignon 30%, Merlot 30%)
  • Vino Rosso (Bib) (Sangiovese 40%, Cabernet Sauvignon 30%, Merlot 30%)

Casa Vinicola Ferracane – Sicilia – Italia

Tutto nasce negli anni ’90 quando Antonino e Rosa Maria ricevono in eredità una piccola tenuta dove cominceranno a produrre vino per sé e per gli amici nel rispetto delle tradizioni di famiglia. Tradizioni raccolte poi dal figlio Fabio che diventa nel 2011 Direttore Tecnico dell’azienda iniziando a vinificare, imbottigliare e commercializzare il vino prodotto dai vigneti di famiglia. La maggior parte dei vigneti sono situati di fronte alla Riserva Naturale delle Isole dello Stagnone di Marsala, si offrono alla brezza marina e al sole caldo della Sicilia Occidentale.
I vigneti si estendono su una superficie di circa 5 ettari con impianti di Merlot, Nero d’Avola, Grillo e Catarratto. Le uve accuratamente selezionate vengono raccolte manualmente, disposte in cassette di non più di 15kg e portate in cantina. Qui le uve vengono vinificate utilizzando le tecniche moderne ma sempre nel rispetto della tradizione, vinificazione che avviene esclusivamente in purezza per esaltare la fragranza del frutto originario.

I vini prodotti

  • Magico Ariddu 2017 – Bianco (Grillo 100%)
  • Guanciabianca 2017 – Bianco (Catarratto 100%)
  • Macerato 2018 (esaurito) – Bianco (Catarratto 100%)
  • Magico 2017 (disponibile da marzo 2019) – Rosso (Merlot 100%)
  • Guancianera Avulsi 2017 – Rosso (Nero d’Avola 100%)
  • Fuddrìa 2017 (disponibile da marzo 2019) – Bianco frizzante (Catarratto 100%)
  • Elisir 2016 – Dolce (Catarratto 100%)
  • Muffato 2013 (disponibile da marzo 2019) – Bianco (Catarratto 100%)

Orto di Venezia – Veneto – Italia

Il percorso di Michel Thoulouze inizia in Francia, dopo aver fondato e diretto vari canali televisivi, tra cui Canal Plus. Nel 2000 si trasferisce proprio a Sant’Erasmo, piccola isola nella laguna di Venezia dove acquista la villa più bella e i suoi cento ettari di terreno, di cui 4,5 adibiti a vigneto dopo la bonifica. Michel può vantarsi di non aver mai usato aratro, fertilizzanti chimici e diserbanti, e soprattutto di fare il suo vino secondo “natura e buon senso”. È nel 2008 che nasce il primo vino fatto in laguna, L’Orto di Venezia. Ed è proprio sott’acqua che Michel crea il suo Orto, senza enologi, perché per lui “il vino è solo uva fermentata”. Per la creazione di questi vini viene utilizzato l’antico sistema di drenaggio raccogliendo l’acqua piovana entro i canali che passano tra i filari delle vigne e fluisce poi in laguna con la bassa marea attraverso sistemi idraulici di “chiuse”. Il vino nasce da un “cultivar” di antichi vitigni italiani dove domina la malvasia istriana, questo per esaltare i sapori dei vini del passato. Orto è un vino bianco con alto contenuto di minerali che concentra ed esalta i sapori del territorio, dove i venti dei monti si confondono con le brezze marine, nonché l’unico che si produce entro i confini della laguna di Venezia.

I vini prodotti

  • Orto 2016 (60% Malvasia istriana, 30% Vermentino, 10% Fiano)
  • Orto 2015 (60% Malvasia istriana, 30% Vermentino, 10% Fiano)
  • Orto 2013 (MG) (60% Malvasia istriana, 30% Vermentino, 10% Fiano)
  • Anonimo 2017 (disponibile da aprile 2019) (Groppella e Pinot Vanderville). Cemento
  • Tainot 2017 (Tocai friulano, Pinot bianco, Pinot nero e Vespaiola). Acciaio

Il Vinco – Lazio – Italia

Tre amici, alcuni vitigni autoctoni e la meravigliosa zona del lago di Bolsena. Il Vinco è una giovane azienda agricola, prima annata prodotta 2015, che si trova tra Marta e Montefiascone, dove Daniele Manoni, Marco Fucini e Nicola Brenciaglia hanno recuperato e dato nuovamente vita al Canaiolo Nero ed al famigerato Est!Est!!Est!!!. I 3 ettari, caratterizzati da suoli vulcanici intorno ai 400 metri sul livello del mare ed dal particolare microclima del lago, sono composti da Canaiolo Nero, Grechetto Rosso, Procanico, Rossetto e Malvasia Bianca. Dal 2017 Daniele, Marco e Nicola hanno iniziato il loro percorso di agricoltura biodinamica operando con il minor intervento possibile, favorendo fermentazioni e affinamenti spontanei senza controllo di temperatura in tini di cemento, senza chiarificazione né filtrazione nella fase di imbottigliamento.

I vini prodotti

  • Biancoperso 2017 (Procanico, Rossetto e Malvasia Bianca Lunga) Cemento e Acciaio | So2<20mg/l
  • Canajo 2017 (100% Canaiolo Nero) Cemento | So2<20mg/l
  • Rosso delle Macchie 2016 (100% Canaiolo Nero) Cemento e acciaio

Podere Sassi – Lazio – Italia

Il Podere Sassi è un terreno, bello, con una posizione fortunata che domina le valli circostanti della bassa Sabina. È una piccola azienda agricola biologica ed ha un approccio molto puro, deciso, intransigente, volto a non toccare ciò che di bello la natura fa da sé molto meglio di noi uomini. Sono banditi pesticidi ed ogni altro intervento artificiale che non segua la nostra filosofia. Una enorme passione per il vino vero, quello con carattere e personalità ha portato alla collaborazione con Danilo Marcucci per la creazione di vini che rappresentino la terra dove nascono, quella terra che è nel DNA della proprietà del Podere. A circa 300 mt di altezza sul livello del mare abbiamo impiantato 3 ettari di vigneti autoctoni. In cantina si vinifica senza lieviti aggiunti e senza controllo delle temperature, non si aggiunge solforosa e non si praticano filtrazioni.
In questa zona della Sabina al confine con l’Umbria, il Ciliegiolo trova storicamente il suo habitat perfetto, il Sangiovese ed il Montepulciano danno vita al rosso più strutturato. Malvasia del Lazio e Trebbiano giallo creano il bianco.

 
I vini prodotti

  • Coraggio 2017 (Trebbiano e Malvasia) Acciaio – Senza solfiti aggiunti.
  • A riveder le stelle 2017 (100% Ciliegiolo). Damigiana – Senza solfiti aggiunti.
  • Portami via 2017 (100% Ciliegiolo) Acciaio – Senza solfiti aggiunti.
  • I sogni 2017 (30% Sangiovese e 30% Montepulciano) Acciaio – Senza solfiti aggiunti.

I vini di Giovanni – Umbria – Italia

“Giovanni Mesina vive la sua gioventù in Sardegna nella Barbagia più dura fino a quando la sua famiglia decide di trasferirsi in Umbria alla ricerca di condizioni di lavoro meno ostili. Porta con se l’amore per il lavoro della famiglia,la pastorizia e l’amore per i vini della sua isola.
Oggi vive sulle dolci colline di Pianello a nord di Perugia dove alleva le sue numerose pecore in un ambiente incontaminato in cui il prato fa da sfondo a piante di olivo secolari da cui ottiene un pregiato olio. Due ettari e poco più di vigneto di cui uno piantato a Vermentino e un’altro con le varietà tipiche rosse della regione, coltivati nel pieno rispetto dell’isola verde in cui gravitano.
I vini sono prodotti con un approccio rigorosamente naturale  e minimalista nella ricerca  della magica espressione  del  frutto e della terra.”
Giovanni Mesina…il pastore che fa il vino.

I vini prodotti

  • Vermentuzzo 2017 (100% Vermentino). Vetroresina – Senza solfiti aggiunti.
  • Ciliegiozzo 2017 (100% Ciliegiolo) Acciaio – Senza solfiti aggiunti.
  • Il Chiaretto 2017 (100% Vernaccia rossa). Damigiana – Senza solfiti aggiunti.
  • Il Rozzo 2017 (100% Sangiovese). Acciaio – Senza solfiti aggiunti.