Distribuzione Vini Naturali

Lazio

Piana dei Castelli – Lazio – Italia

Assaggia sto vino, Sergio!!! Come è? Bono… No è de Velletri!!! Senti sto vino, Sergio, come è? Dorce, ‘n zucchero! Più o meno è andata così: l’amica Katia mi da questa bottiglia di Pinot Gris di Velletri 2013. Non credo che l’anno sia corretto, penso subito ad un errore di stampa. Ero scettico…molto. Poi lo assaggio, un sorso, due, tre e all’improvviso mi sento catapultato in Friuli. Grande vino, bello, tenace, ruvido quanto basta. Odora di capperi salati e camomilla macerata. Salmastro, micogeno, eruttivo. Vulcanico in bocca, come le terre da cui viene. A tratti pare il croccante all’amarena dell’Algida. La rivalutazione velletrana e/o veliterna è paragonabile alla premier del Leicester di Ranieri: questa boccia è da champions league, se la gioca con i grandi macerati. Bravi!

 

I vini prodotti

  • Trebbiano Giallo IGT (100% Trebbiano). Cemento.
  • Out Bianco (50% Montepulciano e 50% Cesanese 50%.).Cemento.
  • Out Pink (50% Montepulciano e 50% Cesanese 50%.). Cemento.
  • Brucisco Rosso IGT (Merlot e cabernet). Cemento.
  • Brucisco Vino Bianco (Grechetto e trebbiano e malvasia). Acciaio.
  • Spumante 2015 (70% Cesanese, 50%. Cabernet Frank). Cemento.
  • Grigio 2013 (100% Pinot Grigio). Cemento.
  • Follia Bianco 2014 (Grechetto, Malvasia, Trebbiano Giallo, Riesling e Sauvignon). Cemento.
  • Piana dei Castelli Bianco (100% Malvasia Puntinata). Cemento.
  • Deanike 2014 IGP (100% Cesanese). Cemento.

Mario Macciocca – Lazio – Italia

Vignaiolo del Lazio assai reputato, Mario Macciocca lavora con metodi strettamente naturali una superficie di 4 ettari, di cui 3 a Cesanese e quota restante vitata a Passerina. Vigne collocate sulle pendici dei monti Scalambra, Pila Rocca e Carmine, lungo la catena dei Simbruini, su colline che si definiscono in un ambiente particolarmente favorevole alla viticoltura del Cesanese, protette dai venti più freddi e con esposizioni sud ed ovest, a beneficiare di un clima mediamente temperato.
Parte dei ceppi risalente addirittura al 1945, che si sviluppano su terreni geologicamente riconducibili al Cretaceo e costituiti in prevalenza da calcari marnosi, arenarie, con una minore percentuale di argille. Caratteristiche che si differenziano rispetto alle colline adiacenti, i cui terreni derivano invece da arenarie del Miocene con tanto di componenti vulcaniche. Quattro ettari resi in sette etichette e un vino sfuso serissimo, tutti da ricercare.

(fonte: © Francesco Petroliintothewine.org)

 

I vini prodotti

  • Mario Macciocca Passerina Il Giusto Piglio Bianco (90% Passerina, 10% Malvasia Puntinata) Acciaio
  • Mario Macciocca Passerina Civitella Bianco (90% Passerina, 10% Malvasia Puntinata) Acciaio
  • Mario Macciocca Cesanese Il Giusto Piglio Rosso (100% Cesanese) Acciaio
  • Mario Macciocca Cesanese Civitella Rosso DOCG (100% Cesanese) Botte grande
  • Mario Macciocca Terra Rosso DOCG (Cesanese 50%, Nostrano 50%) Acciaio
  • Mario Macciocca Monocrono Rosso (100% Cesanese) Acciaio. Senza solfiti aggiunti
  • Mario Macciocca Monocrono Bianco (100% Passerina) Acciaio. Senza solfiti aggiunti
  • Mario Macciocca Monocrono Rosé (100% Cesanese) Acciaio. Senza solfiti aggiunti
  • Mario Macciocca Macerato Terra Bianco (100% Passerina) Barrique usate. Senza solfiti aggiunti