Distribuzione Vini Naturali

Regioni d’Italia

Cà dei Quattro Archi – Emilia – Italia

Una denominazione quella del sangiovese di Romagna forse poco considerata nel panorama dei vini naturali ma di grandissimo interesse e tradizione. Cà dei Quattro Archi nasce nel 2000, dalla passione per il vino e la natura di Rita e Mauro. Da subito Azienda Vitivinicola Biologica, certificata ICEA, produce vini che sono espressione di un territorio fertile. I vini ricordano la giovialità e la propensione alla condivisione propria dei romagnoli; da servire in bicchieri da osteria, perfetti per le notti estive illuminate dalla luna e dalle lucciole.

(fonte: © Francesco Petroliintothewine.org)

vini prodotti

  • Mezzelune (Albana 100%). Acciaio
  • Borgo di Nola (Sangiovese 85% più altre autoctone a bacca rossa). Acciaio
  • Tajavènt  (Sangiovese 100%). Botti di Rovere

Vini Conestabile Della Staffa – Umbria – Italia

Storica cantina dell’Umbria rimessa a regime dopo 40 anni in disuso. L’Azienda lavora seguendo le tradizioni del metodo artigianale/naturale. 12 ettari di vigneti allevati con i vitigni tradizionali del luogo ed una vinificazione con prevalente utilizzo di legno attraverso un lavoro meticoloso di recupero di antiche botti. Un progetto di Danilo Marcucci e della sua famiglia per ridare lustro alla parte vitivinicola della storica Azienda agraria.

I vini prodotti

  • Bianco Della Staffa (Grechetto 80% e Trebbiano 20%). Vetroresina – senza solfiti aggiunti
  • Cerrone (Grechetto). Legni pregiati –  senza solfiti aggiunti
  • Trubbiano (Trebbiano). Legni pregiati – senza solfiti aggiunti
  • Brioso Rosato Della Staffa (Sangiovese) . Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Brioso Bianco Della Staffa (Grechetto e trebbiano toscano). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Rosso Della Staffa (Sangiovese vitigni locali). Vetroresina  – senza solfiti aggiunti
  • Rosso dei Due Colli (Gamay del Trasimeno). Vecchie botti di quercia – senza solfiti aggiunti
  • Rosso Madonnina (Sangiovese).  Vecchie botti di quercia –  senza solfiti aggiunti
  • Rosso Scuderia (Sangiovese). Vecchie botti di rovere – senza solfiti aggiunti
  • Rossissimo (Alicante). Vecchie botti – senza solfiti aggiunti

Azienda Agricola Cascina Tavijn – Piemonte – Italia

Nadia Verrua è una giovane viticultrice in Scurzolengo sulle colline del Monferrato, in provincia di Asti, la cui famiglia fin dal 1908 coltiva la vigna e produceva del vino per il consumo famigliare e da vendere sfuso.
Oggi la superficie vitata è di 5 ettari con vigneti che hanno dai 5 ai 20 anni di età, integrati da una buona produzione di nocciole, tipiche del Monferrato. Nel 1998 Nadia, aiutata dal padre Ottavio decide di imbottigliare e vendere il vino con il nome Cascina Tavijn, che in piemontese sta ad indicare un’umile casa di contadini. Dal 2007 ottiene la certificazione biologica, pur avendo per tradizione sempre lavorato in modo naturale. Vitigni autoctoni con cui lavora sono il Barbera, il Grignolino e il Ruchè vinificati separatamente senza lieviti aggiunti e con moderate quantità di solforosa aggiunta, per mantenere l’integrità del territorio e dell’uva prodotta. Come lei, i suoi vini sono eleganti e discreti, in un primo momento forse possono sembrare introversi e un po’ chiusi, ma se si conoscono più a fondo o si ha un po’ di pazienza si aprono con un carattere e una freschezza sorprendenti.

I vini prodotti

  • Azienda Agricola Cascina Tavijn Grignolino d’Asti
  • Azienda Agricola Cascina Tavijn Barbera d’Asti
  • Azienda Agricola Cascina Tavijn Ruché di Casgtagnole Monferrato
  • Azienda Agricola Cascina Tavijn Bandita

Azienda Agricola Casa Belfi Cantine Armani – Veneto – Italia

Maurizio Donadi è un giovane enologo che da qualche anno ha recuperato alcuni vigneti di famiglia e ha deciso di presentarsi al pubblico con il suo primo vino, il Casa Belfi Colfondo, un Prosecco non convenzionale ed atipico, fatto come si faceva una volta. Infatti non viene spumantizzato attraverso autoclavi, ma rifermentato in bottiglia senza aggiunta di lieviti, enzimi o zuccheri, ottenendo un vino con il fondo che rimane in bottiglia. Unica via questa perchè il vitigno ed il terreno possano esprimere al meglio le loro peculiarità, così come la decisione di lavorarli fin dall’inizio in biologico, per dare un Prosecco completamente sano, oltre che espressivo e buono. Coadiuvante sia nei trattamenti in vigna che nella vinificazione sono gli E.M. (Microrganismi effettivi): batteri che aiutano sia le piante che il vino ad avere il giusto equilibrio a livello microbiologico.
A completare la produzione aziendale un bianco ed un rosso prodotti con lo stesso approccio naturalista e con vitigni tipici della zona: l’Incrocio Manzoni abbinato allo Chardonnay e il Raboso del Piave ingentilito da Cabernet Sauvignon.

I vini prodotti

  • Azienda Agricola Casa Belfi Cantine Armani Prosecco Colfondo
  • Azienda Agricola Casa Belfi Cantine Armani Bianco
  • Azienda Agricola Casa Belfi Cantine Armani Rosso
  • Azienda Agricola Casa Belfi Cantine Armani Prosecco Anfora

Azienda Agricola Tiberi – Umbria – Italia

Quarta generazione di vignaioli capace di riprodurre un percorso lungo decenni, tracciato ininterrottamente da metodi naturali ,e attualmente sviluppato attraverso maggiore sensibilità e consapevolezza da Cesare, titolare dell’Azienda Agricola Tiberi, con l’aiuto indispensabile del figlio Piero ed il nipote Federico.  Tecniche colturali, tutte adottate all’insegna del massimo rispetto della naturalità in vigna: potatura a guyot semplice, defogliazioni verdi, concimazioni solo tramite sovescio o letame compostato, utili a favorire il capitale vita nel terreno (humus). Tre gli ettari di vigneto, impiantati con viti di oltre 40 anni a composizione di un mosaico ricco di varietà tra le più antiche e tipiche del territorio, individuate in Gamay del Perugino, Canaiolo, Ciliegiolo, Trebbiano, Malvasia, Grechetto e poche viti sopravvissute di San Colombana e Moscato. Menzione a parte merita il patrimonio costituito da ceppi di uva “Granella” che superano  addirittura i 150 anni di età. I filari sono espositi a sud/ovest e crescono in posizione collinare ad un’altitudine di 350 metri sul livello del mare, su terreni la cui composizione granulometrica è ricca di scheletro, caratteristica fondamentale per la capacità di drenaggio del terreno. In cantina, le vinificazioni avvengono attraverso fermentazioni spontanee, pigiature leggere a torchio  manuale, travasi secondo le fasi lunari e senza alcuna aggiunta di solforosa.  Imbottigliamento ed etichettatura effettuati a mano, per vini da ricercare e prodotti ogni anno in quantità limitate.

(fonte: © Francesco Petroliintothewine.org)

 

I vini prodotti

  • Azienda Agricola Tiberi Bianco La Torre (Trebbiano, Malvasia, Moscato e San Colombana). Acciaio. –  senza solfiti aggiunti
  • Azienda Agricola Tiberi Rosso La Torre (Cannaiolo, Gamay del Perugino e Ciliegiolo). Acciaio. –  senza solfiti aggiunti
  • ’LRosso (Gamay perugino e cannaiolo).  Acciaio.-  senza solfiti aggiunti
  • Bianco di Cesare (Grechetto in purezza). Botti vecchie. – senza solfiti aggiunti
  • Tribulato (trebbiano toscano). Acciaio .-  senza solfiti aggiunti
  • ’LBianco (Grechetto e trebbiano). Acciaio. – senza solfiti aggiunti

Cantina Furlani – Trentino – Italia

FURLANI-logoPiccola realtà artigianale trentina con produzione di vini dalla bevibilità letteralmente sconcertante. Un biglietto da visita doveroso per Matteo Furlani, titolare della cantina, che coltiva direttamente 6 ettari di vigneto distribuiti in varie parcelle in località Vigolo Vattaro e Povo, sulle colline sovrastanti la città di Trento. Appezzamenti che raggiungono altitudini fino a 720 metri sul livello del mare, tracciati in gran parte da tradizionali allevamenti a pergola, su terreni a medio impasto di composizione calcarea.
I metodi di agricoltura sono fondati sui principi della biodinamica, condotti quindi tramite il totale rifiuto di erbicidi, pesticidi e concimi chimici, con risultati chiaramente visibili sullo stato vitale del terreno e delle piante. Allo stesso modo in cantina si vinifica senza lieviti aggiunti e senza controllo delle temperature, non si aggiunge solforosa e si seguono perfino i cicli lunari per i travasi. Un’ampia selezione di vini alpini difficile da reperire altrove.

(fonte: © Francesco Petroliintothewine.org)

 

I vini prodotti

  • Bianco Alpino (100% Muller Thurgau). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Sur Lie Alpino Aromatico (Muller Thurgau e Gewurztraminer). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Sur Lie Alpino (Verderbara, Lagarino bianco, Vernaccia e Nosiola). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Sur Lie Alpino Rosso (Pavana della Valsugana e Turca). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Spumante Metodo interrotto (75% Chardonnay, 25% Pinot nero). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Spumante Metodo interrotto rosè (75% Chardonnay, 25% Pinot nero). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Rosso Alpino (Lagarino Rosso, Marzemino, Rosara, Negrara, Lagrein). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Sur Lie Alpino Rosato (100% Pinot nero). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Sur Lie Alpino macerato (100% Pinot grigio). Acciaio – senza solfiti aggiunti

Fongoli – Umbria – Italia

Azienda gestita dalla stessa famiglia da quasi un secolo e giunta alla quarta generazione. Fongoli è strutturata in un corpo unico – per un totale di 30 ettari vitati – con cantina situata proprio nel mezzo della proprietà, su una delle sommità collinari di Montefalco e precisamente in località San Marco. Da anni i terreni sono tutti in conduzione biologica, con allontanamento totale della chimica di sintesi al fine di minimizzare l’impatto ambientale.
La composizione dei suoli è di medio impasto tendenzialmente argilloso, con filari esposti a sud/est e sud/ovest, mentre l’età delle piante è variabile con alcuni appezzamenti vitati a Sagrantino che superano i 40 anni di vita e le cui uve sono selezionate per dar vita a singole etichette. In cantina le fermentazioni sono avviate tutte tramite lieviti indigeni e per i vini che lo richiedono l’invecchiamento avviene in grandi botti di Slavonia.

(fonte: © Francesco Petroliintothewine.org)

 

I vini prodotti

  • Rosso di Montefalco Bigunsio (60% Sangiovese, Montepulciano, Merlot). Botte grande  – senza solfiti aggiunti
  • Rosso Riserva Serpullo  (60% Sagrantino, Cabernet Franc, Merlot).  Botte grande – senza solfiti aggiunti
  • Sagrantino di Montefalco Fracaton  (Sagrantino). Botte grande – senza solfiti aggiunti
  • Sagrantino passsito  (Sagrantino). Botti di Slavonia – senza solfiti aggiunti
  • Maceratum  (Trebbiano spoletino). Acciaio  – senza solfiti aggiunti
  • Laetitia  (Trebbiano spoletino).  Acciaio – senza solfiti aggiunti

Tenuta Baroni Campanino – Umbria – Italia

CAMPANINO-logoTenuta posta in frazione Santa Maria di Lignano, sulle colline di Assisi e precisamente all’interno del Parco del Monte Subasio, un luogo letteralmente incontaminato e rimasto tale pure dal 2006, anno in cui la famiglia Baroni Campanino ha impiantato 10 ettari di vigna, con decisione istantanea di escludere dalle pratiche di lavorazione ogni elemento riconducibile a sostanze chimiche di sintesi, insetticidi o concimi non naturali, al fine di non alterare la natura dei terreni e produrre un vino il più sano possibile. Viticoltori da altura, con appezzamenti collocati addirittura fino a 900 metri di altitudine, che si diversificano in clima, pendenze, profondità e composizione dei terreni, generalmente costituiti da argilla e limo. Diversità che ove ritenuto opportuno sono restituite in etichette provenienti da singoli appezzamenti.  Ampia selezione di vini, tra cui una serie di “Sur Lie” ottenuti tramite fermentazione naturale in bottiglia, tutti senza utilizzo di lieviti selezionati e aggiunta di solforosa.

(fonte: © Francesco Petroliintothewine.org)

 

I vini prodotti

  • Trebbiano Rosa frizzante naturale (Trebbiano rosa o procanico 100%). Vetroresina – senza solfiti aggiunti
  • Sur Lie appeninico Rosato (Sangiovese 100% da vigna di piede franco). Vetroresina – senza solfiti aggiunti
  • Sur Lie appeninico Rosso  (Colorino 100%). Botti usate – senza solfiti aggiunti
  • Rosso delle tre vigne (Sangiovese 100%) . Damigiana – senza solfiti aggiunti
  • Rosso campanino (Sangiovese 100%) . Vetroresina – senza solfiti aggiunti
  • Vigna del salice (Gamay 100%). Damigiana – senza solfiti aggiunti
  • Rosso vecchia botte   (Sangiovese 100%). Botte vecchia – senza solfiti aggiunti
  • Bianco degli Appennini   (Uva fumaiola o verdicchio montano 100%). Damigiana – senza solfiti aggiunti
  • Bianco campanino  (Malvasia 100%). Vetroresina – senza solfiti aggiunti.
  • Rosso dell’orto  (Sangiovese 100%) . Vetrocemento – senza solfiti aggiunti
  • Rosso dell’alberello (Sangiovese 100%) . Vetrocemento – senza solfiti aggiunti

Azienda Agricola Casè Alberto Anguissola – Emilia – Italia

CASÉ-logoCantina artigianale nata nel 1998 e situata sulle colline della Valle del Trebbia, in cui Alberto Anguissola e Diego Ragazzi hanno individuato accuratamente una serie di appezzamenti con composizioni di argille e inserti di calcare che aumentano con l’innalzarsi della collina, fino a 560 metri di altitudine.  Microclimi distinti con impianti ritenuti ideali per assecondarne le caratteristiche:  Pinot Nero – su cloni borgognoni a bassa produttività come il 115 -, Bonarda, Barbera e altri vitigni locali a bacca bianca.
In vigna si lavora senza l’utilizzo di chimica di sintesi; si incoraggia, piuttosto, la biodiversità con viti che coesistono con erbe di campo, insetti e piccoli animali. In fase di vendemmia la raccolta è manuale tramite rimozione selettiva di grappoli acerbi o danneggiati, mentre in cantina si usano esclusivamente lieviti nativi, con breve macerazione sulle bucce pure per le uve a bacca bianca. Lo scopo è ottenere vini vivi e autentici, espressioni pure di annata.

(fonte: © Francesco Petroliintothewine.org)

 

vini prodotti

  • Casè Bianco (25% Malvasia, 25% Ortugo, 25% Marsanne, 25% Moscato). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Calcarot Rosso (60% Barbera, 40% Croatina). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Riva del Ciliegio (100% Pinot Nero). Tonneaux e Barrique
  • Berbech (50% Barbera, 50% Bonarda). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Pinot (100% Pinot Nero). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Harusame (100% Pinot Nero). Acciaio – senza solfiti aggiunti

Azienda Agricola Marina Palusci – Abruzzo – Italia

Azienda Agricola a gestione familiare impegnata nell’olivicoltura da quattro generazioni con relativa produzione di oli extravergini di altissima qualità ottenuti da monocultivar nel Comune di Pianella. Risultati di autorevole spessore che Marina Palusci e famiglia hanno deciso di realizzare, con la medesima serietà e passione, anche nella produzione di vino naturale, con prima commercializzazione effettuata solo nel 2009 e subito responsi positivi pervenuti dalla critica di settore. Sette gli ettari vitati, di cui ad oggi ne trasformano unicamente tre – impiantati a Montepulciano, Pecorino, Passerina e Moscato rosa – distribuiti in quattro parcelle, con relativa produzione di altrettante etichette “monovigna”: l’intenzione di restituire nel vino le specificità di ogni appezzamento. I terreni si compongono in prevalenza di argille e nel vigneto si utilizza solo rame e zolfo. Stessa mentalità in cantina con vinificazioni attraverso fermentazioni spontanee e l’esclusione di qualsiasi additivo, compresa l’anidride solforosa.

(fonte: © Francesco Petroliintothewine.org)

 

I vini prodotti

  • Plenus Montepulciano (100% Montepulciano). Acciaio
  • Plenus Pecorino (100% Pecorino). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Anima.. dolce (100% Moscato rosa). Acciaio
  • Plenus Passerina (100% Passerina). Acciaio – senza solfiti aggiunti