Distribuzione Vini Naturali

Senza categoria

Masseria Starnali – Campania – Italia

Cantina a conduzione biologica da sempre, situata alle pendici del vulcano spento di Roccamonfina, tra il verde di Monte Caruso e il mare del golfo di Gaeta, con scelte aziendali che poggiano tutte su tre pilastri fondamentali: territorio, vitigno e sostenibilità. Le parcelle sono poste a 450 metri sul livello del mare – impiantate a Falanghina, Aglianico e Piedirosso – con viti che crescono su suoli vulcanico-argillosi e beneficiano di brezze continue che mantengono i grappoli asciutti. Una serie di varianti capaci di conferire al vino freschezza e bevibilità.

In vigna si effettuano solo interventi strettamente necessari per assicurare l’integrità delle uve: zolfo e rame per la prevenzione contro le malattie della vite e sovesci e letame per la nutrizione del suolo. Anche la vinificazione è improntata alla filosofia del minimo intervento ed avviene in una struttura essenziale e artigianale. Fermentazioni senza controllo della temperatura, nessun intervento di chiarifica, soltanto rare filtrazioni sgrossanti e basse dosi di anidride solforosa per mettere in bottiglia un vino che sia espressione autentica del territorio e che rispetti la salute del consumatore.

(fonte: sintesi tratta da Masseria Starnali)

 

I vini prodotti

  • Santo Sano Roccamonfina IGT (Aglianico e Piedirosso)
  • Maresa Roccamonfina IGT (Falanghina 100%)
  • Conte di Galluccio Galluccio DOC (Aglianico 100%)

Azienda Agricola Podere Santa Maria – Toscana – Italia

Marino Colleoni si stabilisce a Montalcino solo nel 2000, anno della prima vendemmia dell’azienda, ma la compagna Luisa acquistò la casa e i terreni nel 1989. Solo cinque anni dopo scoprono che dal bosco spuntavano dei rami di vite e dei grappoli e ciò permise loro di realizzare quello che per loro era solo un sogno, produrre vino:
dopo la preparazione del terreno nel rispetto dei secolari terrazzamenti retti da muri a secco, piantarono il Sangiovese Grosso, dal cui succo ottennero il primo Brunello che iniziarono a commercializzare solo dopo cinque anni di affinamento, nel 2005.
L’azienda acquista altri appezzamenti di terreno in Sant’Antimo, in particolare oliveti per la produzione di olio extra vergine di oliva. Attualmente, dopo una paziente opera di recupero manuale, conseguenza della scelta aziendale di conservare le antiche varietà colturali presenti, l’oliveto sta lentamente recuperando la sua originaria vigoria producendo olive di ottima qualità.
La consistenza aziendale è di 3 ettari di vigna e circa 2,5 ettari di uliveto. Il metodo di produzione è rigorosamente Biologico, ma l’obbiettivo è andare oltre, ed arrivare a ricostruire all’interno delle colture una naturale diversità biologica tale da rendere sempre più indipendente dalla volontà umana e dai suoi interventi la vita del suolo e delle piante. Anche in cantina il pieno rispetto per la tradizione e le fermentazioni spontanee danno un Brunello di forte carattere e personalità, diretto e mai ruffiano, ma sincero ed avvolgente, come il carattere di chi lo fa. Mai uguale a sé stesso, ì rispecchia i pregi e i difetti di ogni annata, dando il meglio di sé dopo anni di affinamento.

I vini prodotti

  • Azienda Agricola Podere Santa Maria Orcia Rosso
  • Azienda Agricola Podere Santa Maria Rosso di Montalcino
  • Azienda Agricola Podere Santa Maria Brunello di Montalcino

Azienda Agricola Cascina La Berchialla – Piemonte – Italia

Olek fonda nel 2005 la sua azienda agricola nella Cascina La Berchialla che da più di duecento anni è di proprietà della sua famiglia a Barbaresco.
Prima di tornare a casa e far rendere i frutti della sua terra si destreggia con successo con lo snowboard, ma segue la passione che fin da piccolo gli hanno ispirato i paesaggi della cascina e la passione di nonno Riccardo: studia agraria prima ed enologia all’università, facendo esperienza a Bordeaux, in Australia, Nuova Zelanda e Stati Uniti.
Al ritorno a casa si sente pronto a dare una propria impronta all’arte di fare vino, con il suo bagaglio di studi ed esperienzeall’estero, ma con la consapevolezza e la forza della tradizione contadina di Langa. Fin da subito evita l’uso di pesticidi in vigna, seleziona le uve in estate per tenere le rese basse, vinifica senza l’ausilio di lieviti selezionati ma solo con poca solforosa, nessuna filtrazione all’imbottigliamento: ottiene vini precisi e rotondi, senza sbavature ma sanguigni e a volte austeri, nel caso del Re delle Langhe, il Nebbiolo.
Gestisce due ettari di proprietà nel comune di Barbaresco, il suo cru è il Roncagliette. Da pochi anni ha in affitto altri due ettari tra il comune di Neive ed Alba e ha quindi iniziato ad imbottigliare il Barbaresco generico, ed etichettare separatamente il suo cru, il Roncagliette.

I vini prodotti

  • Azienda Agricola Cascina La Berchialla
  • Azienda Agricola Cascina La Berchialla
  • Azienda Agricola Cascina La Berchialla

Azienda Agricola Ca’ del Vent – Lombardia – Italia

Cà del Vent diventa azienda agricola nel 1994, in terra famosa e antica per terroir e microclima, grazie ad un’ anfiteatro di colline rocciose (300/400 s.l.m.) di costituzione calcareo-argillosa. In ottima esposizione solare, ma temprato da correnti fredde del nord, da cui il nome: Casa del vento.
Estranei alle mode dei vicini e blasonati Franciacorta, lavorano e cooperano con la natura in un approccio semplice e mirato alla valorizzazione delle biodiversità. Lavorando manualmente i 6 ettari vitati principalmente a Chardonnay e Pinot Nero, su diversi appezzamenti che conoscono minuziosamente: tutte le vinificazioni poi vengono fatte separatamente, per esaltare i caratteri dei diversi cru e poi miscelarli insieme al meglio.
Le piante vengono portate a produrre non più di 1 kg per pianta per ottimizzare la qualità dei vini prodotti, segue inerbimento totale in vigna e nessun pesticida. Attivi sul piano della sperimentazione con il gruppo Vinnatur, oltre che per propria indole, producono bollicine e vini fermi con metodi innovativi ma in pieno rispetto anche in cantina: non ci sono filtrazioni o abbellimenti, gli affinamenti svolti in botte piccola, con sosta totale sulla feccia dei lieviti. Nei vini rossi hanno ripiantato varietà presenti in zona come il marzemino, la barbera, schiava gentile e incrocio terzi n.1.

I vini prodotti

  • Azienda Agricola Ca’ del Vent Franciacorta Brut Pas Operè
  • Azienda Agricola Ca’ del Vent Franciacorta Rosé Pas Operè
  • Azienda Agricola Ca’ del Vent Franciacorta Blanc de Blanc
  • Azienda Agricola Ca’ del Vent Franciacorta Sospiri

Azienda Agricola Franco Terpin – Veneto – Italia

Franco coltiva con metodi naturali i suoi 10 ettari a San Floriano del Collio, sul confine con la Slovenia, il suo terreno è composto da una roccia calcareo argillosa friabile chiamata ponka, derivata dalla marna arenaria. I suoi vini gli somigliano, per struttura e carattere: è un contadino statuario e forte, orgoglioso delle sue origini, laborioso e rigoroso, ma sempre aperto al dialogo e allo scherzo.
I vitigni più caratteristici sono la Ribolla Gialla, il Tocai Friulano (da lui rinominato Jakot), il Pinot Grigio, integrati da Chardonnay, Merlot e Cabernet Sauvignon. Vinifica tutti i vini a bacca bianca con qualche giorno di contatto con le bucce per estrarre maggiori profumi e dare una struttura più complessa ai vini. Ne ricava tre linee da differenti selezioniin vigna, la migliore prende il nome dalla zona in cui si trova il vigneto: il Sialis, 3 ettari vitati circondati dal bosco, sul versante sud del monte Calvario. Gli altri vigneti si trovano vicino alla casa-cantina e danno vita al Quinto Quarto, il vino base, e alle selezioni dei diversi vitigni vinificati ed imbottigliati separatamente.

I vini prodotti

  • Azienda Agricola Franco Terpin Quinto Quarto Rebula
  • Azienda Agricola Franco Terpin Quinto Quarto Pinot
  • Azienda Agricola Franco Terpin Quinto Quarto Rosso
  • Azienda Agricola Franco Terpin Quinto Quarto Bianco
  • Azienda Agricola Franco Terpin Jakot
  • Azienda Agricola Franco Terpin Ribolla Gialla
  • Azienda Agricola Franco Terpin Sialis Pinot Grigio
  • Azienda Agricola Franco Terpin Sauvignon
  • Azienda Agricola Franco Terpin Chardonnay

Azienda Agricola Monteforche – Veneto – Italia

Piccola realtà situata all’interno del parco regionale dei Colli Euganei, dove Alfonso Soranzo gestisce una superficie vitata di 4,5 ettari collocati nei dintorni del Comune di Vo in frazione di Zovon. Stratificazioni di origine vulcanica con inseriti di trachite – roccia magmatica effusiva con medio tenore di silice – marne e argille a caratterizzare i terreni ad un’altitudine di circa 200 metri sul livello del mare, con filari esposti a sud/ovest.
I Vigneti sono condotti in biodinamica e in cantina le fermentazioni sono tutte avviate tramite lieviti indigeni, con contatto sulle bucce anche per le uve a bacca bianca e successivi affinamenti su fecce fini. Nutrito assortimento di etichette, in taluni casi prodotte in quantità limitatissime. Per rendere l’idea la produzione media annua del Cabernet Franc non arriva a mille bottiglie.

(fonte: © Francesco Petroliintothewine.org)

 

I vini prodotti

  • Azienda Agricola Monteforche Cabernet Franc
  • Azienda Agricola Monteforche Carantina
  • Azienda Agricola Monteforche Cassiara
  • Azienda Agricola Monteforche Vecchie varietà
  • Azienda Agricola Monteforche Vigna del vento
  • Azienda Agricola Monteforche Moscato passito

Azienda Agricola Costaldilà – Veneto – Italia

Rilievi collinari a fare da cornice e a fondo valle il delicato scorrere del Lierza, corso d’acqua a carattere torrentizio che asseconda lungo la sue breve estensione l’Azienda Costadilà, situata nel Comune di Tarzo. Una location esclusiva che Mauro Lorenzon ed Ernesto Cattel hanno individuato per dar vita al podere, atto davvero alla produzione di Prosecco secondo le autentiche tradizioni.
L’azienda gestisce vigneti di proprietà e in affitto per un totale di 10 ettari, impiantati in prevalenza a Glera e seguiti da altri varietali a bacca bianca locali, come Verdiso, Perera e Bianchetta. Appezzamenti lavorati in biologico e caratterizzati da suoli di varia natura: sassosi e di origine morenica in frazione San Lorenzo, calcareo argillosi presso il vigneto Le Serre. Liquidi sani ed estremamente “glu glu”, come il Prosecco Colfòndo ottenuto tramite fermentazione naturale in bottiglia e con l’ausilio esclusivo di lieviti indigeni.

(fonte: © Francesco Petroliintothewine.org)

 

I vini prodotti

  • Costadilà Bianco Frizzante dei Colli Trevigiani Sur Lie
  • Costadilà Bianco da tavola frizzante Sur Lie
  • Costadilà Rosso dei Colli Trevigiani IGT

Canlibero – Campania – Italia

Ennio Romano e Mena Iannella sono gli artefici della svolta significativa che ha visto la Cantina Canlibero cessare l’attività di conferitori di uve per intraprendere una produzione diretta e artigianale del proprio vino. Passo fondamentale e qualificato dall’immediata conversione graduale del vigneto, con allontanamento totale della chimica di sintesi.
Lavorano circa 2 ettari vitati, suddivisi in diverse parcelle del territorio che Ennio e Mena considerano il punto cardine di comunicazione relativamente al vino. Altitudini che variano dai 420 ai 470 metri sul livello del mare e sotto ai piedi la composizione diffusa di argille e rocce sedimentarie calcaree con ulteriori specificità da sottolineare, come la presenza di gesso – fattore di equilibrio nell’acidità del terreno – che contraddistingue il “terroir” di Torrecuso. Vigne impiantate ad Aglianico, Falanghina, Trebbiano e Fiano con ceppi che superano i 40 anni di vita. Una serie di varianti successivamente tradotte al calice, con vinificazioni mediante lieviti indigeni, travasi, batonnage, zero solforosa e nessuna filtrazione.

(fonte: © Francesco Petroliintothewine.org)

 

I vini prodotti

  • Canlibero Turrumpiso – Aglianico Beneventano IGT
  • Canlibero Bonacreanza – Falanghina Beneventano IGT
  • Canlibero Iastemma – Falanghina Beneventano IGT (con lunga macerazione sulle bucce)
  • Canlibero V For Vittorio – Vino Bianco di Trebbiano e Fiano (con macerazione sulle bucce)

Azienda Agricola Ca’ dei Zago – Veneto – Italia

Da cinque generazioni la famiglia Zago vive coltivando 6,5 ettari di vigneto a Valdobbiadene, attorniata da altri 4 ettari di proprietà in bosco nel monte Cesen e 8 ettari di prato sempre nell’omonima montagna. La zona di produzione è quella storica del Prosecco di Valdobbiadene, San Pietro di Barbozza.
Terreni che si caratterizzano in cinque tipologie di conformazione geologica differente: dal calcare attivo su scaglia dolomitica bianca e rosa, alla molera, per spaziare dalla marna al conglomerato. Vigneti tutti disposti in posizione collinare con altezze che variano dai 250 ai 400 metri sul livello del mare e pendenze che li rendono impraticabili ad ogni tipo macchinario. Tutte le operazioni vengono pertanto eseguite manualmente.
Tra gli aneddoti occorre segnalare che fino al 1990 erano presenti in azienda 12 vacche e il letame che ne derivava era l’unico fertilizzante impiegato. Non sono mai stati usati erbicidi o concimazioni di altro genere. Anche oggi si utilizzano le stesse pratiche e inoltre sono state introdotte altre tecniche di compostaggio e sovescio.
La famiglia Zago reputa di importanza massimale il valore del terroir. Lo scopo è quello di portare a tavola un vino che sia l’intima sintesi di terreno, annata e uomo. Il vino prodotto è da sempre il Prosecco a rifermentazione in bottiglia “Col Fondo”, non sboccato e quindi non dosato.

(fonte: © Francesco Petroliintothewine.org)

 

I vini prodotti

  • Ca’ dei Zago Prosecco Doc Col Fondo
  • Ca’ dei Zago Valdobbiadene Docg Dosaggio Zero

Domaine Chapuis & Chapuis (Pommard) – Borgogna – Francia

Siamo nella Côte d’or, punto di riferimento e meta di pellegrinaggio per gli appassionati di vino a livello universale. Jean-Guillaume e Romain Chapuis – figli di vignerons borgognoni – hanno dato vita al Domaine nel 2009, con cantina di proprietà situata nel Comune di Pommard.
Coltivano direttamente una serie di parcelle in tutto il Dipartimento per un totale di circa tre ettari e conducono, inoltre, una piccola attività di Négoce, tramite attenta selezione delle uve. Vigne in conversione al biologico – certificate Ecocert – fermentazioni spontanee, poca solforosa, o totalmente assente come avviene nella vinificazione del “Hautes côtes de Beaune rouge”.

(fonte: © Francesco Petroliintothewine.org)

 

I vini prodotti

Chapuis et Chapuis Hautes côtes de Beaune rouge (100% Pinot Noir)

Chapuis et Chapuis Côte de Nuits Villages (100% Pinot Noir)

Chapuis et Chapuis Marsannay (100% Chardonnay)

Pagina 1 di 3123