Distribuzione Vini Naturali

Etnella Società Agricola Presa – Sicilia – Italia

Cantina situata alle pendici del Monte Etna, con vigne collocate tutte sul versante nord/est del vulcano in contrade Presa, Linguaglossa, Passopisciaro e Randazzo. Una serie di parcelle che si differenziano l’una dall’altra, ognuna con la propria stratificazione lavica, esposizione e altitudine –  dai 600 ai 1000 metri sul livello del mare – che Davide Bentivegna lavora e vinifica separatamente per restituire in vino le diverse sfumature del territorio.
Un totale di 5 ettari, vitati a Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio, Carricante, Catarratto e altre varietà locali, con piante che in taluni casi raggiungono addirittura i 120 anni di età, schierate in densità di impianto tali da spingere l’apparato radicale della vite in profondità.
Una conduzione degli appezzamenti effettuata con la massima attenzione e in cantina vinificazioni, il più naturali possibile, tali da evidenziare lo specifico tratto minerale nei vini.

(fonte: © Francesco Petroliintothewine.org)

 

I vini prodotti

  • Balletti (Nerello Mascalese 95%, Nerello Cappuccio 5%). Botte grande usata – senza solfiti aggiunti
  • Kaos (Carricante 70%, Catarratto 30%). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Kaos 5.0 (Carricante 60%, Catarratto 20%, Minnella, Grecanico, Inzolia e Malvasia 10%). Acciaio –  senza solfiti aggiunti
  • Villa Petrosa vino ancestrale (Nerello Mascalese 100%). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Anatema (Nerello Mascalese 85% e Nerello Cappuccio 15%). Botte grande di castagno usata – senza solfiti aggiunti
  • Kaos (Nerello Mascalese 85% e Nerello Cappuccio 15%). Botte grande usata – senza solfiti aggiunti
  • Notti Stellate (Nerello Mascalese 85% e Nerello Cappuccio 10% altre autoctone 5%). Botte grande di castagno usata – senza solfiti aggiunti
  • Tracotanza (Nerello Mascalese 85% e Nerello Cappuccio 10% altre autoctone 5%). Acciaio – senza solfiti aggiunti
  • Petrosa (Nerello Mascalese 85% e Nerello Cappuccio 15%). Barrique usate – senza solfiti aggiunti

Lascia un commento

Captcha *